Anno XVII, n. 45 venerdì, 18 dicembre 2015

VINCENZI: “PROCEDURE SNELLE, TEMPI CERTI, NUOVA CULTURA DELL’ACQUA E DEL TERRITORIO:  SONO QUESTE OGGI LE PRIORITA’ CONTRO IL DISSESTO IDROGEOLOGICO”

“Oggi, in materia di salvaguardia idrogeologica, il primo problema non è la mancanza di fondi, ma lo snellimento burocratico per poter spendere sollecitamente le risorse rese disponibili dal lavoro della Struttura di Missione #italiasicura, monitorando costantemente i tempi di realizzazione, perché questo ci chiede la gente”: la richiesta è arrivata da Francesco Vincenzi, Presidente dell’Associazione Nazionale Consorzi Gestione Tutela Territorio ed Acque Irrigue (ANBI), intervenuto ad un convegno sui cambiamenti climatici a Santa Sofia in Emilia Romagna.
“Chiediamo con forza – ha proseguito il Presidente ANBI - l’approvazione della nuova legge sul consumo di suolo perché, se oggi siamo costretti ad operare sempre più spesso in emergenza, è anche per la sconsiderata urbanizzazione degli anni scorsi; bisogna avere il coraggio di rivedere alcune passate scelte urbanistiche, foriere di criticità idrogeologiche, cui deve accompagnarsi il varo di un  Piano Strategico per la Montagna, la cui mancata manutenzione, dovuta al diminuito presidio agricolo, si riverbera pesantemente sulla pianura.   Oggi è necessario cambiare modello di sviluppo, ponendo al centro il territorio in tutte le sue sfaccettature, perché la sicurezza idrogeologica è condizione prima per tornare ad attrarre investimenti.  L’acqua, insomma, deve tornare ad essere percepita come risorsa e non come problema.”

 

CALABRIA - FORUM COLDIRETTI - ANBI

“A causa  dei cambiamenti climatici, Luglio ha registrato un aumento medio delle temperature di  4 gradi.  La stagione irrigua 2015 è stata impegnativa e le richieste idriche per la perdurante calura hanno messo a dura prova l’organizzazione dei Consorzi di bonifica, che hanno assicurato la distribuzione di acqua su circa trentamila ettari  anche nelle zone fornite di impianti con ridotta pressione: una gestione sapiente della risorsa idrica e che conferma  l’importanza degli invasi, che trattengono  l'acqua per distribuirla, quando necessita. Il completamento e l’ammodernamento degli schemi irrigui è strategico e assolutamente vitale”: lo hanno ribadito il Presidente, Marsio Blaiotta ed il Vicepresidente di ANBI Calabria, Roberto Torchia, che ha illustrato l’impegno del sistema consortile su equilibrio dei bilanci, catasto, Piani di Classifica (è stato annunciato che saranno approvati dalla Regione entro il prossimo gennaio), trasparenza, processo continuo di informatizzazione.
Anche il Presidente ANBI, Francesco Vincenzi, era presente al Forum Coldiretti – ANBI Calabria su “Bonifiche e Irrigazione”; ha riconosciuto il lavoro degli enti consorziali calabresi, che sono diventati un modello di riferimento per il Sud.
“L’autogoverno – ha affermato – è essenziale per mantenere il costo dell’acqua, accessibile per gli agricoltori. La sfida è sull’utilizzo delle risorse della programmazione 2014-2020, sul Masterplan per il Sud e sul Piano Irriguo Nazionale. I Consorzi devono essere sempre un passo avanti, pronti a raccogliere nuovi impegni e competenze nel solco della multifunzionalità.”
Erano presenti al simposio anche il Vicepresidente della Regione Calabria, Antonio Viscomi, che ha riconosciuto il ruolo di sussidiarietà degli enti consortili e Pietro  Molinaro, presidente Coldiretti Calabria, che ha ribadito il grande ruolo dei Consorzi di bonifica ed i passi avanti, che sono stati fatti.

 

TOSCANA - LA SFIDA DEL CLIMA

A Pisa si è tenuto un convegno, nella prestigiosa sede del Consorzio di bonifica 4 Basso Valdarno, sul tema dei cambiamenti climatici alla luce della recente conferenza di Parigi (Cop 21); al centro della discussione:  il ruolo che i Consorzi di bonifica possono svolgere nell’adattamento dei territori ai cambiamenti in atto, presenti, tra gli altri, il Direttore Generale  ANBI, Massimo Gargano; il Presidente ANBI Toscana, Marco Bottino e le Organizzazioni Professionali Agricole.
Il Presidente dell’ente consortile ospite, Marco Monaco, ha sottolineato che “l’ente consortile ha  il compito primario del mantenimento e della cura di un territorio vasto, rendendolo compatibile con le attività umane in un’ottica di equilibrio e adattamento a condizioni sempre nuove. Per questo, grazie all’accordo con GreenGea s.n.c., le Amministrazioni Comunali  hanno ora la possibilità di siglare un Protocollo d’Intesa, grazie al quale essere operative sui temi della mitigazione e dell’adattamento ai cambiamenti climatici.”
Ha chiuso la sessione degli interventi, Mauro Grassi, Direttore della Struttura di Missione #italiasicura, che ha illustrato le novità in termini di coordinamento e efficacia delle azioni, che la Struttura ha messo in campo.

 

LAZIO - VALORIZZARE LE DOP DEL COMPRENSORIO CONSORZIALE

Per iniziativa del Consorzio di bonifica Valle del Liri (con sede a Cassino, in provincia di Frosinone) le 4 eccellenze agroalimentari, prodotte all’interno del comprensorio consortile, si sono incontrate per avviare un percorso comune di crescita e valorizzazione; per la prima volta erano presenti, a Casalvieri, i Sindaci e le associazioni, che rappresentano i produttori di Pecorino Dop di Picinisco, vino cabernet di Atina, Peperone Dop di Pontecorvo e fagiolo cannellino di Atina. Questi prodotti  possono costituire un brand alimentare, formidabile elemento di attrazione turistica territoriale, uniti con l’ambiente,  la cultura storica e religiosa: siti di epoca romana, monumenti, luoghi sacri e borghi antichi. Per tutti ora, l’appuntamento è al prossimo incontro operativo, in cui pianificare le azioni necessarie per dare impulso alla produzione e commercializzazione dei prodotti agroalimentari di eccellenza del territorio.

 

VENETO - CONSORZIO PROTAGONISTA

Anche il Consorzio di bonifica Veneto Orientale (con sede a San Donà di Piave, nel veneziano) è stato fra i protagonisti del recente convegno internazionale “The Heritage of Water – Architetture, infrastrutture e paesaggi di bonifica”, organizzato dall’Università  IUAV di Venezia. Riconoscere il paesaggio della Bonifica per capire le peculiarità un territorio artificiale, che in larga parte deve la sua esistenza al complesso di opere che arginano, regimano ed espellono le acque: questo il senso della partecipazione dell’ente consortile, che ha anche presentato il progetto di rinaturalizzazione di 200 ettari sui 900 totali del bacino di Valle Vecchia in comune di Caorle, scelto da una giuria internazionale insieme ad altri progetti dall'alta valenza ambientale.

 

TOSCANA - SINERGIA PER RISPONDERE AI CITTADINI

Grazie alla stretta collaborazione tra enti, sono tornate pulite le fosse della zona centrale di Capannori, accrescendo così la sicurezza del territorio. Il Consorzio di bonifica 1 Toscana Nord (con sede a Viareggio, in provincia di Lucca)ha infatti completato la manutenzione di una vasta porzione del reticolo idraulico comunale. Insieme con l’Amministrazione Civica è stato dato vita a un circolo virtuoso, che ha potuto rispondere con efficacia alle segnalazioni ed alle richieste avanzate dai cittadini.

 

LOMBARDIA - NUOVA SEDE

Sono stati inaugurati i nuovi uffici del Consorzio di bonifica Est Ticino Villoresi (con sede a Milano) nella zona di Parabiago, recentemente ristrutturati per permettere una migliore accoglienza del pubblico ed una più adeguata localizzazione dello spazio destinato al personale.
I locali, benedetti dal parroco di Villastanza, sono stati intitolati al politico e sindacalista, Nino Pisoni, esponente di rilievo della Coldiretti locale dagli anni '60 agli anni '80 del secolo scorso.

 

VENETO - BRENTA NEWS

E’ in distribuzione il n.12 di “Brenta News”. Nell’ultimo numero dell’anno, il mensile del Consorzio di bonifica Brenta (con sede a Cittadella, in provincia di Padova), accanto ad un aggiornamento dei lavori in corso sul territorio (focus sulla sistemazione dell’argine del Rio Fosco a Villafranca Padovana), presenta il bilancio preventivo 2016 ed annuncia la presentazione del Piano delle Acque del comune di Marostica, nonchè la prossima realizzazione di una nuova centrale idroelettrica nel bassanese.

 

EMILIA-ROMAGNA - CONCLUSE LE OPERAZIONI DI VOTO AL “BURANA”

Il Consorzio di bonifica Burana (con sede a Modena) ha  comunicato che le operazioni di voto per il rinnovo degli organi istituzionali dell’ente per il quinquennio 2016??2020, tenute dal 9 al 12 Dicembre u.s., si sono concluse  con regolarità su tutto il territorio. Mirandola è la sede che ha riportato il maggior numero di schede votate, seguita da Castelfranco Emilia, Crevalcore  e Vignola. Tutte le informazioni relative alle elezioni  sono reperibili sul sito consortile www.consorzioburana.it nello “Speciale elezioni 2015”.



                                                                                                 
                                                          Buone Feste a tutti!

 
Per maggiori approfondimenti www.anbi.it
SETTIMANALE DELL´ASSOCIAZIONE NAZIONALE CONSORZI DI GESTIONE E TUTELA TERRITORIO E ACQUE IRRIGUE
Direttore Responsabile: Massimo Gargano - Registrazione Tribunale di Roma n. 559/98 del 25 novembre 1998
Redazione: Via S.Teresa, 23 - 00198 Roma - Tel. 06/844321 - Fax 06/85863616
Sito internet: anbi.it - eMail: anbimail@tin.it